NewsSocial

Perché non puoi più scaricare l’App Reports+ per Instagram

Da qualche mese circolava questa voce che ormai è diventata realtà: l’app Reports+ per Instagram non è più disponibile sui vari store online!

Perché ne parlo solamente ora?

Perché a volte sono pigro? Non conosco la risposta alla seconda domanda, anzi fingo di non saperla.

In realtà ne parlo solo ora su How to Social perché in tanti vostri commenti all’articolo “Come recuperare un profilo Instagram disattivato” è uscita fuori l’App Reports+ e forse, siamo giunti alla conclusione che chi ha usato quest’app, potrebbe avere dei problemi non risolvibili.

Ma procediamo con ordine.

Cos’è l’App Reports Instagram ?


Se non lo sai, Reports+ è un’app nata nel 2016, in grado di fornire delle statistiche che gli Insights di Instagram non fanno vedere.

Un esempio? Il più famoso?

Chi ha smesso di seguirti su Instagram o chi guarda il tuo profilo con molta attenzione (gli stalker insomma).

Ne esisteva una versione gratuita e una a pagamento in abbonamento con alcune funzioni extra.

Capisci da te quanto successo ha avuto negli anni: in fondo, siamo in una società in cui cerchiamo scorciatoie e in cui vogliamo sapere tutto di tutti e allora si, diamo accesso a tutti i nostri dati a qualsiasi app di terze parti, così posso sapere chi è che fa lo str..o e mi toglie il follow!

vergogna su di te e sulla tua mucca.

Scleri a parte, l’app ha smesso di essere disponibile ormai qualche mese fa e temo di aver capito il perché (e credo anche tu).

L’ App Reports Instagram funziona ancora?


Sarei un pazzo se dopo quanto detto ti dicessi che Reports+ funziona ancora e infatti, non te lo dico, perché non funziona, anzi, l’app non esiste manco più sugli store se non in qualche versione estremamente tarocca.

Tra le altre cose, ti sconsiglio assolutamente di scaricare una o più di queste versioni di Reports+ che potresti trovare sullo store del tuo Smartphone e ti spiegherò il motivo a breve.

A questo punto probabilmente ti sarai già posto una domanda: ma come fa un’app di terze parti ad avere i dati sensibili di Instagram, se manco Instagram li divulga?

sarà colpa del 5G..

Come ha fatto l’App a darti quelle Statistiche?


Sei ben consapevole di quanti problemi siano legati ai dati sensibili, quanti scandali ci sono stati per la pubblicazione o il trattamento dei dati provenienti dalle piattaforme social.

Ma allora, questi come hanno fatto?

Aiutandomi con un articolo di Igers Italia (sempre siate lodati) ci ho provato a capire qualcosa.

La Policy (non più consultabile) di Reports+ dichiarava:

Raccogliamo ed elaboriamo i tuoi dati personali come: informazioni sull’identità tra cui nome utente Instagram, nome completo Instagram, ID utente, genere, informazioni di contatto tra cui il numero di telefono e l’indirizzo e-mail, identificatori online (IDFV), (IDFA), indirizzo IP, informazioni visive tra cui la tua foto, informazioni sulla transazione del cliente tra cui la cronologia degli acquisti, i dettagli di pagamento, l’ID dell’iscrizione, l’ID della transazione, la data di inizio e fine dell’abbonamento, la ricezione dell’abbonamento, informazioni comportamentali tra cui l’attività di utilizzo, la preferenza della lingua, il tempo trascorso sull’app….


Ecco, ora hai un’idea completa di tutti i dati raccolti dall’App che forse usavi o che volevi usare per vedere chi ti ha smesso di seguire su Instagram.

E Instagram cosa dice a riguardo?

L’utente non può tentare di creare account o accedere a raccogliere informazioni in modo non autorizzati.

Ciò comprende la creazione di account o la raccolta di informazioni con sistemi automatizzati senza la nostra espressa autorizzazione.

Tutto chiaro no?

Quello che forse non sai, è che Instagram ha una sezione che puoi consultare con tutte le App autorizzate al trattamento dei dati e, indovina un po’, Reports+ non figurava manco per niente.

Perché allora Instagram non è intervenuto prima?

Non ne ho la più pallida idea, ma la spiegazione più razionale è che ci siano talmente tante sfaccettature delle normative sui dati sensibili e che ci siano così tanti sistemi che vengono inventati ogni giorno (e non scherzo) per aggirarli, che bloccare queste app sul nascere è una missione impossibile.

L’aspetto più sicuro è che Instagram sta facendo grandi sforzi in questo senso e che ha delle regole molte chiare:

NON SCARICATE APP DI TERZE PARTI NON AUTORIZZATE DA NOI.

Perché non dovevi scaricare Reports+


Ma Reports Instagram è affidabile?

Domanda che mi è stata fatta un milione di volte e che, a questo punto, non credo meriti manco più una risposta!

Sia chiaro, non sono qui a farti nessuna morale, ognuno è libero di utilizzare i social come meglio crede, ma mi è venuto spontaneo fare il collegamento tra i tanti profili disattivati su Instagram in questo periodo e l’utilizzo di questa app.

A questo punto è chiaro che Instagram non fa differenze tra un’app come questa e un qualsiasi bot per aumentare i follower.

I rischi sono sempre gli stessi: shadowban, profilo compromesso a vita, profilo disattivato e, data l’esperienza dei nostri utenti, ti posso dire che i profili che hanno utilizzato l’app Reports+ e sono stati disattivati, non sono assolutamente recuperabili.

Il gioco vale la candela in questo caso?

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!

About author

Content Creator, Social Media Manager, Blogger e Docente. Sono nato Freelance e morirò da Freelance!
    Ti può interessare
    News

    Instagram diventa motore di Ricerca: cosa cambia?

    News

    Netflix lancia Fast Laughs: cos'è e come usarla

    NewsTutorial & Tricks

    Instagram Guide: cosa sono e come usarle

    News

    Vanish Mode: la nuova funzione per Instagram e Facebook

    Hai domande da farci?
    Saremo felici di risponderti.

    21 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *