Una svolta che ha del clamoroso: twitter vieterà la pubblicità politica sulla piattaforma a livello globale!

L’annuncio arriva direttamente dall’amministratore delegato Jack Dorsey che (ovviamente) tramite tweet ha dichiarato:

Questa clamorosa decisione sembra basarsi sulle continue critiche alle “tecniche” di disinformazione dei politici sui social (vedi strategia Trump).

Una strategia in netta contrapposizione con le politiche di Facebook che ha dichiarato che negare la pubblicità politica, sarebbe come favorire la rielezione di chi è già al potere.

Il blocco dovrebbe partire dal 22 novembre. Inoltre Dorsey ha dichiarato in riguardo alle dichiarazioni di Facebook:


Alcuni potrebbero sostenere che le nostre azioni oggi potrebbero favorire i politici di lungo corso, ma abbiamo assistito a molti movimenti sociali che hanno raggiunto dimensioni enormi senza pubblicità politica. Non si tratta di libera espressione. Riteniamo che la portata del messaggio politico debba essere guadagnata, non acquistata. E pagare per aumentare la portata del discorso politico ha implicazioni significative che l’infrastruttura democratica di oggi potrebbe non essere pronta a gestire.

Categorized in:

Tagged in: